Riceviamo e pubblichiamo il comunicato pervenutoci dal circolo locale di “Putignano in Azione”:

Carnevale di Putignano cercasi

In questi giorni sono state ufficializzate le date delle manifestazioni dei Carnevali italiani che si svolgeranno in primavera o estate 2022. Vi citiamo alcuni: Acireale (CT) 21 Aprile / 8 Maggio 2022, Apricena (FG) Agosto 2022, Casale di Scodosia 10-11-12 Giugno 2022, Cento (FE) 15-22-29 Maggio 5-11 Giugno 2022, Fano 13-14-15 Agosto 2022, Massafra (TA) 4-5-11-12 Giugno 2022. A Viareggio invece, le sfilate sono in regolare svolgimento e termineranno il 12 marzo p.v..

Siamo andati a visionare il sito del nostro Carnevale per avere informazioni precise circa il futuro della nostra amata manifestazione e abbiamo trovato nella schermata principale una semplice e vaga dicitura: “Comunichiamo che le manifestazioni legate al Carnevale 2022 sono rinviate al periodo estivo”. La cosa ci ha lasciato perplessi, mettendo in conto che ad oggi non esiste un calendario ufficiale, una programmazione.

Riteniamo che ci voglia serietà e rispetto per il nostro Carnevale. La diffusione del Covid ha sicuramente portato questa amministrazione ad una scelta legittima che però non condividiamo. La Fondazione avrebbe dovuto comunque stilare un programma con le sfilate e le manifestazioni collaterali per il periodo classico e storico del nostro Carnevale, e magari in seguito l’amministrazione avrebbe potuto decidere di annullare tutto e rimandare questo bel programma ad altro periodo.

Ad oggi abbiamo notizie vaghe apprese da testate giornalistiche locali che ci riportano informazioni poco chiare, si parla infatti di installazioni fisse in un periodo non ben determinato della nostra estate 2022. Non si capisce bene se questa confusione sia legata ad una scarsa serietà oppure a problemi economici. Tutto questo immobilismo ci rammarica parecchio, tenendo conto che questa manifestazione rappresenta la nostra identità, la nostra tradizione e porta, seppur per un breve periodo, benefici economici alle attività del nostro paese. Ci aspettiamo assunzioni di responsabilità da parte dei diretti interessati e magari un deciso cambio di rotta.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: CONTENUTO PROTETTO!