Valorizzare lo spazio pubblico, scoprire e riscoprire i luoghi con occhi diversi, offrire accoglienza, creare comunità intorno alla cultura. La ripartenza, dopo i mesi difficili che abbiamo attraversato a causa dell’emergenza sanitaria, il Comune di Putignano la immagina così.

«Abbiamo iniziato a vedere la luce dopo mesi difficili – dichiara Luciana Laera, Sindaca di Putignanostiamo iniziando a riassaporare quella libertà che ci è tanto mancata, ci prepariamo, sempre nel rispetto delle misure per contrastare la diffusione del virus, a vivere i luoghi con più spensieratezza. Ad accogliere e stimolare la curiosità dei viaggiatori che verranno a trovarci questa estate, puntando sulle nostre eccellenze e mostrando le nostre peculiarità. Abbiamo immaginato allora, insieme alla Fondazione Carnevale di Putignano, di coniugare il patrimonio materiale e immateriale del nostro territorio, valorizzandolo e promuovendolo».

«Sulla scia del lavoro già avviato con la realizzazione dei pumi in cartapesta, sintesi perfetta di artigianato, creatività e maestria, – prosegue la Sindaca Laera – continuiamo a puntare su una delle peculiarità, uno dei segni distintivi della nostra cittadina. La cartapesta, appunto, intesa come un attrattore che unisca la collettività, che vada “oltre” il Carnevale e la bellezza dei carri allegorici, un “prodotto” attraverso il quale puntare alla destagionalizzazione dell’incoming turistico».

Fra le iniziative tese a valorizzare l’arte della cartapesta, i luoghi della città, il turismo lento e sostenibile, questa estate ci sarà “Racconti di Carta”. La mostra interattiva all’aperto nel centro storico a cura del Comune di Putignano e Fondazione Carnevale di Putignano, che trae spunto dal progetto “Borgo Allegorico” ideato dall’associazione Trullando che collabora al progetto.

«Sin da subito come Fondazione – dichiara Maurizio Verdolino, Presidente Fondazione Carnevale di Putignanoci siamo posti l’obiettivo di promuovere la cartapesta dandole la piena dignità che merita come straordinaria forma artistica, anche slegata dalla manifestazione del Carnevale. Lo dimostra il fatto che la nostra prima azione da amministratori della Fondazione sia stata acquistare il dominio cartapestadiputignano.it. Inoltre, parlare di destagionalizzazione del Carnevale di Putignano per noi equivale a snaturare un evento che nasce e si sviluppa in un preciso momento dell’anno e che quindi non può “travestirsi” in estate da qualcosa che non gli appartiene. L’estate è invece il tempo perfetto per puntare l’attenzione sulla cartapesta, questa sì arte per ogni stagione. Lo scorso anno abbiamo già affiancato l’Amministrazione comunale con una mostra di pumi, la sfilata di abiti in cartapesta, le visite guidate alle botteghe e incontri culturali e di approfondimento. E per l’estate 2021 proseguiamo su questa strada, con la mostra su Dante e a fine agosto il ritorno del “Summer festival”. L’evento “Racconti di Carta” che apre le proposte culturali dell’Amministrazione Comunale di Putignano ci vede orgogliosamente al fianco dell’Assessorato alla Cultura. La cartapesta merita uno spazio importante come questo e lo dimostreranno bene i nostri maestri cartapestai con le loro opere. Sarà, poi, nostro compito come Fondazione del Carnevale, lavorare in un’ottica strategica “utilizzando” questo evento per stimolare nei visitatori la voglia di tornare a trovarci al Carnevale di Putignano, il più lungo e ricco di ritualità d’Europa».

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: CONTENUTO PROTETTO!