Continua a raccogliere consensi la mostra voluta da Comune e Fondazione Carnevale di Putignano “Racconti di Carta – In cammino con Dante” con oltre 4500 visitatori interattivi solo nel mese di agosto. Gli ospiti che scelgono di visitare la mostra dedicata alla Divina Commedia nel centro storico di Putignano e di ascoltare i versi danteschi in italiano, inglese o dialetto riferiti ad ogni opera, accessibili tramite QrCode, sono in prevalenza italiani ma con una significativa presenza di tedeschi, statunitensi, inglesi, cinesi e francesi.

Una mostra che si rivela un racconto itinerante ed interattivo fra 12 sculture, 12 capolavori nati dalla maestria degli artisti putignanesi che si confermano ancora una volta depositari di un patrimonio di arte e cultura inestimabile.

Intanto, la Fondazione Carnevale di Putignano si tuffa in un altro ambizioso progetto che vede la cartapesta e gli artigiani locali ancora una volta protagonisti. Un altro cammino di cultura e conoscenza. Un cammino che questa volta intende anche sensibilizzare ad un tema tanto importante quanto delicato come il destino dei bambini che vivono nei campi profughi.

La Piccola Hamal, un burattino alto 3,5 metri raffigurante una giovane rifugiata, il 7 settembre prossimo incontrerà a Bari una nonna in cartapesta realizzata da un artista putignanese. La Fondazione Carnevale di Putignano ha accolto con piacere l’invito del Teatro Pubblico Pugliese a collaborare al progetto “The Walk – Il Cammino” promosso dall’organizzazione internazionale Good Chance. Si tratta di un progetto itinerante di arte e speranza a sostegno dei rifugiati. Il burattino ha iniziato a piedi il suo cammino dal confine fra Siria e Turchia ed attraverserà tutta l’Europa passando per l’Italia, la Svizzera, la Germania e la Francia fino a raggiungere Londra.

Come Fondazione del Carnevale di Putignano siamo particolarmente orgogliosi di partecipare attivamente al progetto “The Walk”, un vero e proprio festival artistico itinerante – commenta Maurizio Verdolino, Presidente della Fondazione Carnevale di Putignano. “In un momento storico in cui il tema dei rifugiati è particolarmente sentito e genera sentimenti contrastanti, l’essere al fianco di celebri artisti e importanti istituzioni, gruppi comunitari ed organizzazioni umanitarie con un’opera in cartapesta, per portare un messaggio di solidarietà e speranza, è per la Fondazione un’importante forma di testimonianza artistica”.

Il Presidente Verdolino illustra i dettagli della collaborazione: “La piccola Amal, il burattino prodotto dalla celebre Handispring Puppet Company che rappresenta nel suo viaggio tutti i bambini sfollati, sarà accolta a Bari il 7 settembre da una nonna in cartapesta realizzata da Domenico Galluzzi in rappresentanza dei nostri maestri cartapestai. Al progetto hanno partecipato ben cinque associazioni putignanesi ed il Direttore Artistico Amir Nizar Zuabi ed i suoi referenti italiani hanno scelto il progetto dell’Associazione “Chiaro e Tondo” perché più vicino all’immagine che la stessa direzione artistica richiedeva alla nonna per trasferire i valori di accoglienza e saggezza“.

Un progetto ambizioso con collaborazioni internazionali di prestigio a cui si affianca quella della Fondazione Carnevale di Putignano, custode della tradizione cartapestaia del Comune a sud di Bari e culla di cultura e spirito di accoglienza. La Piccola Amal cammina con un obiettivo, incarnare le decine di migliaia di bambini rifugiati e chiedere simbolicamente al mondo: “Non dimenticatevi di noi”. La nonna in cartapesta la attende a Bari il 7 settembre per poter rispondere all’appello della piccola rifugiata con un abbraccio artistico, ideale e dal grande valore simbolico.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: CONTENUTO PROTETTO!