A cinque mesi esatti dal riconoscimento della denominazione di origine protetta per la Mozzarella di Gioia del Colle da parte del Ministero per le Politiche Agricole e Forestali, sancito a dicembre 2020, è nato ieri il Consorzio di tutela e valorizzazione del prodotto, con la firma, presso lo studio notarile Pantaleo a Putignano, di soci fondatori e aderenti tra allevatori, trasformatori e cooperative del latte di un territorio di 23 comuni, che va dal Sud Est barese fino al Tarantino e a Matera in Basilicata. Passo fondamentale e strategico per la promozione di un’eccellenza di qualità delle nostre terre, per cui si è battuto il Gal Terra dei Trulli e di Barsento, presieduto da Stefano Genco, che da un mese circa è stato eletto anche presidente dell’AssoGal Puglia.

Il presidente dell’AssoGAL Puglia Stefano Genco

Un sogno che si realizza – afferma soddisfatto Genco – ora come GAL dobbiamo fare quello che già stiamo facendo: promuovere i prodotti del nostro territorio” per una ricaduta economica e turistica. A guidare il consorzio due putignanesi: Claudia Palazzo, in veste di presidente, rappresentante dell’omonimo caseificio putignanese, e Pietro Laterza, nel ruolo di vice. Il consorzio può ora davvero operare come soggetto autorizzato e qualificato a valorizzare la mozzarella nostrana, a vigilare sulla difesa della qualità del prodotto e a candidarsi a eventuali finanziamenti che spingano l’attrattività enogastronomica dei nostri territori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: CONTENUTO PROTETTO!