"Stai giocando o ti stanno... giocando!" (VIDEO)

Sabato 21 Novembre 2015 12:11 amministratore
Stampa
AddThis Social Bookmark Button

"Stai giocando o ti stanno... giocando!"

 

"Stai giocando o ti stanno... giocando!" è il titolo dell'evento che si terrà domenica 29 novembre ore 18.00 presso il Conservatorio Santa Maria degli Angeli in via Vincenzo Laterza, nelle vicinanze della Chiesa di San Domenico a Putignano. Il progetto, organizzato da sette associazioni putignanesi (Rotaract Club Putignano, Lumen, AMEMI!, APS Ianus, L'Isola che non c'è, Friendly, Centro di Ascolto Zonale Caritas), con il patrocinio del Comune di Putignano, intende valorizzare e promuovere le azioni di prevenzione contro l'attitudine al gioco d'azzardo, specie tra i giovani. La serata avrà inizio con una conferenza, moderata dal Dott. Fabrizio Perrone, segretario del Rotaract Club Putignano, durante la quale interverranno il Dott. Luigi Corvaglia, psicoterapeuta e psicologo esperto di dipendenze dal gioco e il Sostituto Commissario della Questura di Bari, Dott. John Battista il quale evidenzierà gli aspetti critici a livello normativo e i collegamenti con la criminalità organizzata che si nascondono dietro il gioco d'azzardo. Punto forte sarà la testimonianza di una persona vittima del gioco d’azzardo e da questo dipendente dell’Associazione giocatori anonimi di Bari. A conclusione ci sarà una sfida di giochi di società appositamente rivisitati per dimostrare che c'è un modo sano e divertente di giocare. In tale occasione verranno raccolte offerte da destinare alla prevenzione e cura di persone affette da patologia del gioco d'azzardo. L'obiettivo dell'evento è fornire soluzioni sostenibili e realizzabili per fronteggiare il fenomeno della ludopatia mettendo in luce cause, effetti e rischi del problema. Puntare denaro attraverso scommesse, slot machine, gratta e vinci, può causare enormi danni ai giocatori e alle loro famiglie con il serio rischio di diventare dipendenti dal gioco per i primi e vittime degli usurai a causa dei debiti contratti da chi gli sta accanto per i secondi. Il tutto consentendo alla criminalità organizzata di accumulare denaro. Liberati dal gioco, con l'azzardo ti giochi la vita!

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Dicembre 2015 07:11