Festa dei Popoli

Venerdì 21 Giugno 2013 15:06 amministratore
Stampa
AddThis Social Bookmark Button

L'ottava edizione della manifestazione organizzata dai missionari comboniani e dal Centro Interculturale Abusuan in collaborazione con numerose associazioni e comunità entra nel vivo con le due giornate finali al Summer Music Village tra musica, danza, attività per bambini, cucina etnica.
Sul palco, tra gli altri, Nabil dei Radiodervish, Erica Mou, Rosapaeda, Radicanto, Tukrè

 

 

 
Entra nel vivo l'ottava edizione della Festa dei popoli, realizzata dai missionari Comboniani e dal Centro Interculturale Abusuan in collaborazione con il Comune di Bari e la Regione Puglia nell'ambito della rete di festival Summer Music Network sostenuta da Puglia Sounds - Unione Europea - Teatro Pubblico Pugliese “Po -Fesr Puglia 2007/2013 Asse IV - Investiamo nel vostro futuro”. Sabato 22 e domenica 23 giugno la Festa inaugura la ricca programmazione del Summer Music Village, allestito, in questa seconda edizione, in via Anastasio Ballestrero presso Parco Perotti. Dal tardo pomeriggio sono previsti giochi, laboratori, spettacoli per bambini e ragazzi a cura di numerose associazioni, un corso di percussioni e danza africana, danze in cerchio da tutto il mondo (Alma terra), danze internazionali (L.E.D.A. e Il cigno), L'onda perfetta e Albanesi in Puglia, danze tipiche mauriziane a cura della comunità mauriziana di Bari e della Associazione Les flamboyants. In serata, nello spazio allestito con stand gastronomici con ricette e prodotti tipici di tutto il mondo, sul palco si alterneranno numerose band che spazieranno dal rock ai suoni etnici, dai ritmi in levare alla musica d’autore, musica popolare e rom.

Sabato 22 giugno appuntamento con Soballera, che ricreano e reinterpretano le atmosfere e le emozioni tipiche della tradizione musicale delle nostre terre attraverso gli strumenti più caratteristici; il gruppo rom rumeno “I Lautari di Craiova” costituito da Tavi Guguci (fisarmonica), Paul Guguci (violino) e Vasile Dobrin (chitarra); Sudjembè, orchestra di percussioni e canti dei ritmi tradizionali africani (Senegal, Guinea); Toast, band rock barese attiva da circa tre anni, Bum - Bari Upbeat Movement, un collettivo di musicisti che rendono omaggio al reggae, la musica che amano e che ascoltano da anni nelle feste e nelle dance hall; Laltrocanto, un gruppo di appassionati musicisti e cantastorie che propongono musica etno-folk; Radicanto, gruppo che ha segnato la discografia edil mondo dei concerti dal vivo nella musica popolare italiana di questo ultimo decennio; Tukrè, un progetto di ricerca e di dialogo musicale fra Salento e Centro Africa che porta sulla stessa scena due musicisti africani Meissa Ndiaje dal Senegal e Somie Murigu dal Kenia, da tempo residenti nel Salento e tre musicisti salentini: Claudio Prima, Morris Pellizzari e Giuseppe Spedicato; in consolle, Nabil aka dj Bey, leader e cantante dei Radiodervish, un viaggio nella musica dance mediorientale tra sonorità arabe tradizionali e contemporanee. Domenica 23 giugno la Festa dei popoli si chiude invece con le esibizioni dell’orchestra di percussioni Bandita - Officina del Ritmo, formata sul modello delle baterie di samba carioca e dei bloco-afro del nord-est del Brasile; Umane ripercussioni, un gruppo che si rivolge a chi ha voglia di intraprendere un percorso nell'identità musicale dei popoli del Mediterraneo attraverso lezioni e studio dei ritmi e delle differenti percussioni; Bande rumorose, nasce come naturale evoluzione dell'esperienza di laboratorio musicale ma va oltre e allarga i propri orizzonti; The Basement, band composta da Francesco Infantino (chitarra acustica), Gianluca Scagliarini (tromba), Francesco Calò (percussioni e talvolta basso acustico) e Filiberto Ianigro (chitarra elettrica); Rosapaeda, attiva sulla scena musicale già dagli anni 80, intorno alla sua voce unica e alla sua figura carismatica e trascinante, i musicisti che la accompagnano compongono un mosaico sonoro di rara bellezza; Erica Mou, la cantautrice pugliese che proporrà i brani dell’ultimo lavoro discografico Contro le onde, prodotto da Boosta; infine i Medina box, porteranno in scena la loro carica e i temi musicali cari del Sud, molto reggae, tanto ska, un po’ rock, con un pizzico di pop che non guasta mai e l’inserimento di elementi rubati alla musica popolare. Hanno aderito e collaborato all'organizzazione dell'evento Missionari Comboniani, Associazione Interculturale Abusuan, Centro Missionario Diocesi Bari-Bitonto, Cgil Bari, Acli Puglia, le comunità mauriziana, brasiliana, etiope, eritrea, senegalese, filippina, cinese, ivoriana, burkinabès, albanese, indiana, rom, palestinese, somala, afgana, peruviana e (per la prima volta) colombiana, Parrocchia San Sabino, San Marcello, San Giuseppe, San Rocco, Aafak-Marocco, Forum Terzo settore, Alma Terra, Kenda, Migrantes, ass.cult. Banderumorose, Les flamboyants, Associazione Eva contro Eva, Associazione Luigj Gurakuqi Albanesi in Puglia, Etnie, coop. Unsolomondo, religiose M. Immacolata, S.OL.Co, ARCI comitato territoriale Bari, I colori del mondo, Emergency Bari, Laltrocanto, Intersos, Progetto Continenti, Cuamm medici con l’Africa, Eva contro Eva, Progetto mondialità, Agesci, club Unesco di Molfetta. La Festa dei popoli è realizzata con il sostegno di Comune di Bari (Assessorato marketing territoriale e assessorato accoglienza e pace), Regione Puglia nell'ambito della rete di festival Summer Music Network sostenuta da Puglia Sounds - Unione Europea - Teatro Pubblico Pugliese “PO FESR PUGLIA 2007/2013 ASSE IV - Investiamo nel vostro futuro”, Centro Missionario diocesi Bari Bitonto, Cgil Puglia, Ciheam Iamb, Acli Puglia, Msc, Eurocomex viaggi e turismo, Al Verneto canoa club rafting Pollino, Garden Tecnoverde, Italagro-KB. InformazioniMissionari Comboniani 0805010499Abusuan 0805283361 Ufficio stampaSocietà Cooperativa CoolclubPiazza Baglivi 10, LecceTel e Fax: 0832303707Mobile 3394313397ufficiostampa@coolclub.it