BIANCOEBELLO, la Befana in calza ad Alberobello

Giovedì 03 Gennaio 2013 07:38 amministratore
Stampa
AddThis Social Bookmark Button

Alberobello: si organizza il 5 e 6 gennaio BIANCOEBELLO - La befana in calza

BIANCOEBELLO – La befana in calza.
Prima edizione del mercatino di enogastronomia e artigianato locale ad Alberobello
 
Pro Loco Alberobello in coordinazione con Punteruolo Rosso Organizzazione Eventi organizzano il primo mercatino di enogastronomia e artigianato locale BIANCOEBELLO – La befana in calza. L’evento è realizzato con la partnership dal GAL Terre dei Trulli e di Barsento ed il patrocinio del Comune di Alberobello, Assessorato alla Cultura, Turismo e Spettacolo. Sabato 5 e domenica 6 gennaio a partire dalle ore 10.00, in Piazza del Popolo, si darà il via ad una polifonia di gusti, profumi, originalità e beneficienza.
 
L’arrivo dell’Epifania rappresenta il momento in cui il periodo delle festività volge al termine e si ritorna alla vita quotidiana ed Alberobello si presta ad essere una cornice perfetta per chiudere in bellezza le feste. Il centro della città profumerà delle delizie enogastronomiche del territorio alberobellese e si tingerà dei colori dei prodotti artigianali in esposizione.
La piazza verrà valorizzata da un allestimento di natura architettonica ispirato ai valori dell’essenzialità e del candore, all’insegna di un minimalismo ricercato. Grazie alla collaborazione di molti giovani volontari e del gruppo Galluzzi-Nardelli-Mezzapesa, rinomati cartapestai di Putignano, è stata realizzata la casa della Befana e le sue scope, interamente fatte a mano. La scelta scenografica e la realizzazione fai da te, s’inserisce nel contesto socio-economico attuale: scarsità di mezzi e risorse, da debolezza si trasformano in un punto di partenza per la realizzazione di uno scenario piccolo, essenziale, ma altrettanto innovativo e prezioso.
 
“Biancoebello” è un piccolo mercatino della Befana, in cui sarà possibile fare solidarietà, scambiarsi gli auguri, acquistare prodotti artigianali unici e gustare prelibatezze locali prima di tornare alla frenesia quotidiana. Grazie alla partnership del GAL Terra dei Trulli e di Barsento l’evento acquista un’eccellenza nel panorama alberobellese. Si intende promuovere Biancoebello come lo start up di una serie di eventi legati al bianco dei trulli e alla bellezza delle tradizioni, diventando un punto di riferimento per i giovani artigiani e produttori che puntano alla promozione di prodotti fatti a mano e realizzati in maniera esclusiva.
 
Biancoebello, intesa come la geometria della valorizzazione delle eccellenze locali, che reinventa un palco visionario dove anche l’impegno sociale e il volontariato diventano epifania di possibilità. Saranno, infatti, presenti tra gli stand le associazioni: Alzheimer Alberobello, Caritas Coreggia e Centro di Aggregazione della Terza Età di Alberobello con l’esposizione e la vendita di manufatti realizzati a scopo benefico. Fiore all’occhiello sarà la conferenza stampa programmatica di “Noi per la gente di Taranto” domenica 6 alle ore 11.00 in Sala consiliare, dove verrà presentato il progetto di assistenza sanitaria per il territorio tarantino. L’iniziativa è promossa dal Dipartimento di Scienze Biomediche ed Oncologia Umana (DIMO) dell’Università degli studi di Bari “Aldo Moro”, dove un pool di medici volontari offre la sua esperienza al servizio della città di Taranto e dei lavoratori dell’ILVA, progettando un ambulatorio mobile equipaggiato di strumenti diagnostici adeguati per eseguire un monitoraggio sanitario a distanza. Il patrocinio dei comuni che appoggiano il progetto (Alberobello, Castellana Grotte, Gioia del Colle, Locototondo, Noci, Putignano, Sammichele di Bari, Turi), è a sostegno della raccolta fondi che porterà all’acquisto della strumentazione idonea a tale iniziativa. 
Il programma è ricco di iniziative ed uno spazio speciale sarà dedicato anche alla musica, gli ASUrD Batukada allieteranno la serata di sabato 5 gennaio, con percussioni e ritmi travolgenti.
Domenica mattina 6 gennaio, invece, la protagonista sarà la Befana che accoglierà nella sua casetta, con dolciumi o carbone, tutti coloro che porteranno una calza.
 
Un’opportunità unica: uno spazio aperto ai giovani, ai bambini, agli adulti, agli anziani per una passeggiata tra i trulli, qualche leccornia natalizia e un buon vino caldo. Sotto il tema unico della crisi e della valorizzazione della cittadinanza attiva, sarà proprio la scenografia, il design e l’arte visiva che si sposerà con tutte le altre espressioni culinarie e culturali in maniera intelligente e innovativa. Un evento unico esprimibile in termini gratificanti dal punto di vista di integrazione sociale e di valorizzazione delle risorse distrettuali.
PROGRAMMA
 

SABATO
h. 11.00 Apertura al pubblico del mercatino
h. 19.00 Percussioni e ritmo itinerante con i travolgenti ASUrD Batukada
 
DOMENICA
h. 11.00  Conferenza Stampa, in sala del consiglio comunale, “Noi per la gente di Taranto” promossa dal Dipartimento di Scienze Biomediche ed Oncologia Umana dell’Università degli studi di Bari “Aldo Moro” con il patrocinio dei comuni di Alberobello, Castellana, Gioia del Colle, Locorotondo, Noci, Putignano, Sammichele di Bari e Turi
h. 11.30 La casa della Befana apre le porte. Carbone o Caramelle? Porta una calza, un calzino o una calzetta e scopri se quest'anno sei stato buono!
 

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Gennaio 2013 10:19