AD ALBEROBELLO IL GALA' TV ''PROTAGONISTI DI PUGLIA''

Venerdì 14 Ottobre 2011 22:53 La Redazione
Stampa
AddThis Social Bookmark Button

Grande  successo di pubblico e di autorità all’Evento celebrativo dei  150 anni di enogastronomia italiana che si è tenuto ad Alberobello negli spazi della Cantina Albea.

Degustazioni delle eccellenze enograstronomiche pugliesi ed umbre, momenti di conoscenza dell’enorme patrimonio alla base della nostra dieta mediterranea, visite guidate del museo del vino e la quarta edizione del premio “Protagonista di Puglia” – speciale 150 anni di unità d’Italia hanno caratterizzato questa giornata celebrativa.

Importante anche la presenza di Poste Italiane che ha sigillato l’evento con uno speciale annullo filatelico, in collaborazione col Gruppo Culturale Filatelico di Monopoli “Cosimo De Russis” guidato dal prof.Tommaso De Russis.

 

Grande interesse ha suscitato il Museo del vino, un vero excursus dei 150 anni di enologia pugliese, voluto dal nuovo proprietario di Albea, il cav.Dante Renzini, famoso “norcinaro” umbro,  che  ne  aveva  dato  incarico  al compianto De Santis ed all’artista Mimmo De Felice,  portando così  le  Cantine Albea di nuovo alla ribalta nazionale come lo furono 150 anni fa’ quando, con  tunnel  sotterranei  collegati  alla  stazione ferroviaria, facevano partire il vino pugliese per tagliare i vini di Bordeaux.     

Si e’ così celebrato anche  un   gemellaggio  fra Umbria e Puglia, salumi  e   prosciutti  di  Norcia  e  vino  pugliese    di altissima qualità prodotto sotto la  guida del  direttore   dott. Claudio Sisto  coadiuvato dall’esperienza dell’enolologo dott. Martino Annese.

Il Project Manager  dell’evento è stato il produttore televisivo Saverio Buttiglione che, coadiuvato da una troupe con regia mobile e 4 telecamere guidate dal regista Gino Palmisano, ha curato la  4^  edizione del  Galà  televisivo-Premio  “Protagonista di Puglia”  che ogni  anno  vuole  dare  il  giusto  riconoscimento  nei   vari   settori del lavoro e dell’impegno civile e professionale ai Protagonisti della Puglia che si siano distinti in Italia e nel mondo.                                          

Il comitato scientifico/culturale ha deciso di  premiare  nel settore MARKETING   il    Presidente    della   Commissione   Agricoltura   al Parlamento    Europeo     prof. PAOLO DE CASTRO,    nel       settore INNOVAZIONE    il    direttore    della      sede    italiana    dell’Istituto Agronomico   Mediterraneo    dott. COSIMO   LACIRIGNOLA,     per l’IMPRESA il cav. DANTE RENZINI,    per   la COMUNICAZIONE il dirigente del gruppo televisivo Telenorba dott. MARCO MONTRONE, per l’ENOGASTRONOMIA il   famoso   chef  di  Noci , ospite fisso alla “Prova del cuoco” della Clerici su RAI 1,  PASQUALE FATALINO.

I  premi  sono  stati  intervallati ed allietati dalle esibizioni canore da due star della trasmissione di  Mediaset  “Io canto” di Gerry Scotti, Gabriella Aruanno e Fidalma Intini.

La  brava  conduttrice  della  trasmissione di   moda   “Comò” di Telenorba Mary De Gennaro,  che  ha  condotto  il  Galà,  ha poi anche introdotto importanti ed eleganti “momenti moda”.

Gli  ultimi premiati  sono  stati   l’assessore   della Regione Puglia DARIO STEFANO   per    l’AGROALIMENTARE,    il presidente della Provincia di Bari  FRANCESCO SCHITTULLI   per  la  POLITICA, il sindaco di Bari MICHELE EMILIANO   per   l’AMMINISTRAZIONE ENTI LOCALI,   l’assessore della Regione Puglia    SILVIA GODELLI per il TURISMO,  la vicepresidente della Regione Puglia LOREDANA CAPONE nel settore ECONOMIA  ed  infine  per  lo  SPETTACOLO il noto autore ed  attore, nonché inviato di “Striscia la notizia”   MINGO che ha voluto divertire gli invitati con le sue sagaci battute.

Le modelle, acconciate e truccate dall’Hair stilist del  Festivalbar (e  di  Belen  a  Milano Moda)   Franco Troilo,    immortalate dal  noto fotografo  di   moda  Vito Russo     dell’Agenzia    Occhiomagico,    che  indossavano  abiti  da sposa di cui l’ultimo con i colori bianco, rosso e verde,  hanno  brindato  all’Unità  d’Italia  dando  il   via   alla     cena  preparata dall’Associazione Ristoratori di Alberobello, dalla   Condotta  Slowfood di Alberobello e Valle d’Itria, dalla Associazione Italiana Sommelier Murgia  e dall’Alta Gastronomia Umbra RENZINI.

Il menù dei “150 anni di vita enogastronomica italiana” è stato:

-          prosciutti Anita e Garibaldino dell’Azienda Renzini SpA

-          mozzarelline fatte a mano nello spazio casaro dello Slowfood

-          orecchiette tricolori con grano cappelli (Slowfood) pomodoro, cacioricotta e basilico                                                        

-          strascinate alle cime di rape   con formaggio povero

-          fricelli ai cardoncelli e pomodori appesi Regina di Torre Canne (dello Slowfood) 

-          fave e cicorie n’crapiate

-          dolcetti di mandorla Diavolacci, tarallini glassati, biscotti cegliesi e cioccolato  di Noci

-          vini Petrarora igt e Riservato igt Albea

 

Nella mattinata,   sotto un enorme gazebo nel piazzale di cantina

Albea,  le aziende eno-gastronomiche,  “eccellenze”   delle filiere  agro alimentari,  allestito  “Piazza Italia” che, oltre ad ospitare cittadini e  turisti  per  tutta  la  giornata,  è  stata  anche  teatro, a beneficio   delle   scolaresche   giunte   da   tutta   la    provincia,   delle dimostrazioni dello  Slowfood,  di  interventi  dello scrittore  e   storico direttore  della  Gazzetta del Mezzogiorno  LINO PATRUNO    (che  ha presentato  il  suo  ultimo  libro “Fuoco del  sud”)  e  del  direttore  del mensile Gustare l’Italia ALESSANDRO MILANI, con il coordinamento di Roberto Bianco.

Milani  ha  voluto  ricordare,    proprio   nel   giorno  che  è anche

l’annniversario   della   scoperta dell’America  da  parte    dell’italiano Cristoforo Colombo,   i  tanti    italiani  che   150   anni    fa,   partendo soprattutto dal sud, emigrarono all’estero per cercare lavoro e fortuna e ha spiegato ai ragazzi che, in particolare gli emigranti di Alberobello consentirono,   con le loro rimesse,  la  costruzione dell’unica chiesa al mondo che abbia la volta fatta “a trullo”.       

l’Assessore  della  Provincia  di Bari FRANCESCO CAPUTO  ha spiegato  il  progetto di  Showroom  permanente  a  Milano  “FOOD e MODA”, mentre direttore MATTEO ANTONICELLI  ed  il presidente    STEFANO GENCO del GAL  “Terra dei trulli e Barsento” hanno illustrato agli studenti e ai presenti le attività del progetto a favore dello sviluppo rurale del territorio, a partire dal riconoscimento di marchio DOP per la treccia della Murgia e dei trulli.

Anche  la  RAI  ha  seguito questa importante giornata dedicata all’Unità d’Italia.

Ultimo aggiornamento Venerdì 14 Ottobre 2011 23:02