Virtus, secca sconfitta col Modugno

Lunedì 17 Dicembre 2012 08:41 Giacomo Detomaso
Stampa
AddThis Social Bookmark Button

Avendola vista trionfare più e più volte nel corso di tutta la pièce, mai avremmo immaginato che il sipario sul 2012 della Virtus Putignano sarebbe calato sulla scena di un pesante tracollo, una secca sconfitta per 3-0. Ma a debellare i rossoblù è stato il Real Modugno, ancora imbattuto, che ha legittimato il suo primato nel Girone B della Prima Categoria pugliese, sapendo approfittare degli errori dei rossoblù e del contemporaneo pareggio del Bitonto, sempre secondo in classifica, ma ora a -3. Se il buongiorno si vede dal mattino, non sempre una sconfitta si vede dai primi minuti di gioco, ma non si può certo dire che la trasferta dei putignanesi al "Sigismondo Palmiotta" sia iniziata col piede giusto. Dopo appena 6 minuti Santoro prova ad intervenire in scivolata nei pressi dello spigolo dell'area, ma colpisce il pallone con la mano: per l'arbitro è rigore; dal dischetto Di Bari spiazza Gemmati. Al 40' lo stesso Gemmati si avventura in uno dei suoi dribbling da infarto e salta Barucchelli, ma il numero 9, allungando la punta del piede, riesce a strappargli il pallone, per poi depositarlo comodamente nella porta sguarnita. Nonostante il passivo, la Virtus non si arrende e crea le sue occasioni, ma al 6' della ripresa, dopo un rigore non concesso a Piccirilli, con le proteste dei ragazzi di Francesco Palazzo a fare da colonna sonora, parte furbo il contropiede in superiorità numerica del Modugno, che porta alla facile realizzazione di Maurelli.
Anche in una disfatta del genere, però, si può trovare un motivo per sorridere, perché al 64' si è rivisto in campo, dopo 300 e 1 giorni di assenza, Gigi Conte, che ha ottenuto l'ok dei medici per mettere il suo cuore grande a disposizione della squadra. Lui e tutti gli altri saranno in campo domenica, alle ore 15.00, al Torino '49, per un'amichevole col Fasano, per poi ritornare a fare sul serio il 6 gennaio, sempre in casa, alle 14.30, contro il Pezze (21 punti, 2 in meno della Virtus).

 


Se il buongiorno si vede dal mattino, non sempre una sconfitta si vede dai primi minuti di gioco, ma non si può certo dire che la trasferta dei putignanesi al "Sigismondo Palmiotta" sia iniziata col piede giusto. Dopo appena 6 minuti Santoro prova ad intervenire in scivolata nei pressi dello spigolo dell'area, ma colpisce il pallone con la mano: per l'arbitro è rigore; dal dischetto Di Bari spiazza Gemmati. Al 40' lo stesso Gemmati si avventura in uno dei suoi dribbling da infarto e salta Barucchelli, ma il numero 9, allungando la punta del piede, riesce a strappargli il pallone, per poi depositarlo comodamente nella porta sguarnita. Nonostante il passivo, la Virtus non si arrende e crea le sue occasioni, ma al 6' della ripresa, dopo un rigore non concesso a Piccirilli, con le proteste dei ragazzi di Francesco Palazzo a fare da colonna sonora, parte furbo il contropiede in superiorità numerica del Modugno, che porta alla facile realizzazione di Maurelli.
Anche in una disfatta del genere, però, si può trovare un motivo per sorridere, perché al 64' si è rivisto in campo, dopo 300 e 1 giorni di assenza, Gigi Conte, che ha ottenuto l'ok dei medici per mettere il suo cuore grande a disposizione della squadra. Lui e tutti gli altri saranno in campo domenica, alle ore 15.00, al Torino '49, per un'amichevole col Fasano, per poi ritornare a fare sul serio il 6 gennaio, sempre in casa, alle 14.30, contro il Pezze (21 punti, 2 in meno della Virtus).

 

 

                                                                                                          

Real Modugno - Virtus Putignano: 3-0

 

Marcatori: Di Bari (rig.) al 6', Barucchelli al 40', Maurelli al 51'

 

Real Modugno:  Colagrande, Proscia, Scardinale, De Francesco, Botta, Franco (dal 68' Grimaldi), Maurelli (dal 79' Scaletta), Foggetti, Barucchelli (dall'75' Bux), Di Bari, Panzarino

A disposizione: Frisone, Iurlo, Rubino, Antonicelli

Allenatore: Muzio Di Venere

 

Virtus Putignano: Gemmati, Mezzapesa, Palazzo, Carrano, Santoro, Cappelletti (dal 64' Nettis), Piccirilli (dal 64' Conte), Intini, Luisi, Giliberti (dall'83' Netti), Vittorione

A disposizione: Paolillo, Ascatigno, Lovece, Galluzzi

Allenatore: Francesco Palazzo

 

Arbitro: Claudio Lacavalla della sezione di Barletta

Ultimo aggiornamento Lunedì 17 Dicembre 2012 08:44