LEGA AMBIENTE Putignano:comunicato stampa

Mercoledì 02 Ottobre 2013 11:09 amministratore
Stampa
AddThis Social Bookmark Button

LEGA AMBIENTE Putignano:comunicato stampa

Domenica mattina, 29 settembre, nell’ambito della storica campagna nazionale promossa da Legambiente “Puliamo il mondo” il circolo di Putignano, assieme a diverse altre associazioni (La Ciclofficina, L’isola che non c’è, A ME MI, “carbonari della monnezza”) e singoli cittadini, hanno tenuto fede al tema della giornata e muniti di guanti, bustoni e speciali contenitori in cartone appositamente realizzati si sono dati da fare nel ripulire le zone sporche del nostro paese.
Abbiamo passato in rassegna il centro urbano e pedalato per le strade di campagna, soffermandoci in questo caso sull'area attorno alla chiesetta del Purgatorio, oramai abbandonata a se stessa da troppo tempo. In quel triangolo con grand pioppi (e se ne facessimo un piccolo parco? Senza troppi fronzoli, ma pulito e curato; con una fontanella per chi fa footing o bicicletta) abbiamo raccolto un intero camion di rifiuti, lasciati lì da anni ed emblema dell'incuria con cui trattiamo ogni angolo del nostro territorio.
Nel centro urbano invece i volontari, fra cui anche molti bambini, hanno fatto un giro fra il centro storico, corso Umberto I, estramurale raccogliendo cicche di sigarette, cartacce, pacchetti vuoti di sigarette e spesso, nei pressi di locali, fazzoletti, contenitori di pizza, bottiglie.... Siamo stati fermati dai cittadini che ci chiedevano con interesse cosa stessimo facendo, ma nello stesso tempo abbiamo raccolto le critiche di esercizi commerciali e cittadini comuni non contenti di alcuni aspetti del porta a porta. Anche da costoro abbiamo però avuto un plauso per l'iniziativa.
Come circolo Legambiente di Putignano continuiamo a sostenere con grande forza il sistema di raccolta porta a porta e contemporaneamente non cessiamo di rimarcare i deficit organizzativi che tuttora lo accompagnano. Possiamo però affermare che chi oggi ha la volontà di effettuare la raccolta differenziata, ha certamente la possibilità di farlo; ed è meglio un piccolo sacrificio in più, che tanto decoro cittadino in meno. Iniziative come queste non servono assolutamente a sostituirci a chi deve provvedere alla pulizia delle strade e dell'intera città, hanno una finalità di sensibilizzazione e soprattutto siamo convinti che per muovere critiche è meglio essere dalla parte della ragione, piuttosto che protestare rendendosi protagonisti dell'inciviltà.
Ancora una volta abbiamo dato concretezza al motto che guida Legambiente: pensare globalmente, agire localmente.

Ultimo aggiornamento Giovedì 03 Ottobre 2013 09:25