Partita la 623esima edizione del Carnevale di Putignano(VIDEO)

Martedì 27 Dicembre 2016 19:06 amministratore
Stampa
AddThis Social Bookmark Button

Con la Festa delle Propaggini è partita la 623esima edizione del Carnevale di Putignano

 

A cumpagnèie d’i uagnoun vince Le Propaggini 2016

 

È A cumpagnèie d’i uagnoun il gruppo vincitore dell’edizione 2016 de Le Propaggini, la tradizionale festa che segna l’inizio del Carnevale di Putignano, il più lungo d’Europa. La stravagante banda di poeti composta dai giovanissimi Massimo D’Elia, Jordy Chiafele, Marco Laterza, Vincenzo Marzullo, Giuseppe Sportelli, Fabio D’Elia, Jordan Mignozzi, Pasquale Giotta e il piccolo Samuele Calicchio, di soli 9 anni, ha conquistato con la sua performance la giuria, che gli ha assegnato per il secondo anno consecutivo il primo posto in classifica.
A scatenare le risate e il divertimento delle autorità locali e del numeroso pubblico accorso per l’occasione, sette gruppi di propagginanti in costumi villerecci (Trio-Gesimo, Gruppo D’Elia, Giugno ’87, Cem cemderap i ciuquere, A cumpagnèie d’i uagnoun, La Zizzania, I Spatriat) si sono alternati in piazza Plebiscito, sul palco allestito scenograficamente dal putignanese Francesco Lippolis. Condotti da Pina Laera e Claudia Console, nel segno del ceppòne i poeti-contadini hanno declamato, come la tradizione vuole, versi satirici in rima verso autorità cittadine e personaggi noti della scena locale. 
A decretare i vincitori e stilare la classifica finale, la giuria tecnica composta da 4 referenti delle associazioni dei maestri cartapestai – Marino Guarnieri per l’associazione Cartapestando, Sabina Gaeta per l’associazione La Maschera, Marino Guarnieri per l’associazione Arcas, Paolo Mastrangelo per l’associazione Carta&Colore – e 3 referenti di associazioni legate al Carnevale – Giacomo Schettini per l’Accademia delle Corna, Rino Frittoli per l’associazione Argo, Stefano Detomaso per l’associazione Hybris. Per ogni gruppo sono stati valutati la satira, la padronanza del dialetto, il rispetto della tradizione, l’efficacia dei testi, della recitazione e dell’esecuzione musicale. Al gruppo “A cumpagnèie d’i uagnoun” che ha conquistato il primo posto sarà attribuito un premio di 1.200 euro. Al secondo posto si è classificato “Trio-Gesimo” che riceverà un premio di 1.100 euro; al terzo posto “Gruppo D’Elia” (premio di 1.000 euro), al quarto posto “Giugno ’87” (premio di 700 euro), al quinto posto “I Spatriat” (premio di 650 euro), al sesto posto “Cem cemderap i ciuquere” (premio di 500 euro), al settimo posto “La Zizzania”.
Contenti ed emozionati i vincitori: «non pensavo riuscissimo ad arrivare a questo traguardo – dichiara il giovanissimo Massimo D’Elia, figlio d’arte che insieme al fratello Fabio ha ereditato la tradizione de Le Propaggini dal padre Mario, ancora oggi protagonista della kermesse carnevalesca – è stata un’esperienza fantastica e dedico il premio a tutti noi del gruppo e a tutti voi che ogni anno ci attendete». «Con Le Propaggini si apre un nuovo capitolo del Carnevale di Putignano, giunto alla sua 623esima edizione – commenta il Presidente della Fondazione Giampaolo Loperfido. Anche quest’anno, la storia si è ripetuta. Complice il clima favorevole e la bravura dei nostri propagginanti, piazza Plebiscito gremita di visitatori ha sancito il successo di un’usanza popolare che, nel segno del ceppòne, dà inizio alla festa».

Con Le Propaggini Putignano, e tutta Puglia, è entrata ufficialmente nel clima del Carnevale. Un’edizione, quella di quest’anno incentrata sul tema dei mostri, che si preannuncia imperdibile. C’è grande fermento nell’aria, il cartellone dei numerosi appuntamenti sta prendendo forma e i maestri cartapestai stanno dando vita alle giganti opere che animeranno le sfilate del 12, 19, 26 e 28 febbraio 2017. 

Ultimo aggiornamento Martedì 27 Dicembre 2016 19:34