Uno scambio tra generazioni per la valorizzazione e il recupero delle tradizioni natalizie, all’insegna del racconto e dell’arte teatrale: è l’obiettivo del progetto “E’ tempo di Natale…E’ tempo di Ricordi e Tradizioni” che vedrà protagonisti i nonni sprint del Centro Sociale Polivalente per Anziani del Comune di Putignano e i giovani dell’Associazione “Famiglie San Filippo Neri”. Il progetto, ideato dalla vulcanica Antonella Messa, animatrice del Centro Anziani, e dalla docente Maria Antonietta Mele, volontaria della comunità di recupero dalle tossicodipendenze, guidata da don Rosario Pacillo, è stato presentato giovedì scorso presso la sede del centro anziani in via Gianfedele Angelini, alla presenza dello stesso don Rosario, dell’assistente sociale del comune Monica Vasco e dei giovani del Servizio Civile Universale.

L’iniziativa natalizia è articolata in 4 incontri, tutti di martedì o giovedì dalle ore 15,30 alle 18,00: si parte giovedì 18 novembre con il “Confronto tra Generazioni”, occasione per i giovani e gli anziani per fare conoscenza tra di loro alla luce delle proprie esperienze di vita. L’appuntamento successivo sarà martedì 23 novembre con “Animatamente…Insieme”, quando i protagonisti del progetto vivranno la gioia della condivisione grazie all’ascolto della musica, al canto e al ballo. Giovedì 9 dicembre all’inizio del clou natalizio i nonni del Centro Anziani si diletteranno in cucina con “Un dolce…per Natale”, realizzando i tipici dolcetti natalizi della tradizione putignanese, trasmettendo segreti e ricette ai giovani dell’Ass. “Famiglie San Filippo Neri”. Ultimo incontro in scaletta è la Tombolata Animata e Solidale, fissata per giovedì 14 dicembre all’insegna del tipico gioco del periodo delle feste.

I nonni del Centro Anziani del Comune di Putignano

Filo rosso e novità del progetto è il laboratorio teatrale intergenerazionale, che vedrà la preparazione di uno spettacolo in vernacolo putignanese, diretto da Franco Certini, su copione scritto dall’insegnante Mele e dal titolo “Accumm ò iess stu Natal…?”, rappresentato da nonni e giovani sul palco dell’Auditorium San Filippo Neri. Una prova di maturità e una sfida per il Centro Anziani comunale, realtà nata ben 52 anni fa per la valorizzazione della terza età, oggi affidata alla Coop. Sociale Occupazione e Solidarietà, e per l’Ass. “Famiglie San Filippo Neri”, che da oltre 25 anni opera per l’aiuto dei giovani in difficoltà con le dipendenze da sostanze stupefacenti, ludopatia, alcool, ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: CONTENUTO PROTETTO!