La prevenzione, la diagnosi e le terapie sono più efficaci grazie allo studio e all’analisi puntuale dei marcatori tumorali. Di questo si è parlato in modo approfondito lo scorso 26 aprile, nella Sala Pensieri di Palazzo Logroscino. Ospiti della Fondazione Leopardi nella sua Luce di Putignano sono stati il dott. Antonio Lippolis, dirigente biologo del laboratorio di analisi dell’IRCSS Saverio De Bellis, e la dott.ssa Palma Aurelia Iacovazzi, biologa specialistica presso l’istituto di ricerca castellanese.

L’incontro rientra nel ciclo di approfondimento “Oncologia – Esperienze territoriali e sfide” inserito nel calendario Comune Benessere 2021/2022 della Fondazione Leopardi nella sua Luce.

“Il nostro obiettivo è rafforzare la rete sul territorio partendo dall’ascolto delle necessità di chi vi opera” ha evidenziato la Presidente della Fondazione Leopardi nella sua Luce, Francesca Sbiroli, aprendo l’incontro. Ed ha poi aggiunto: “Siamo disponibili anche a mettere gli spazi della Fondazione Leopardi a disposizione della comunità e quindi dell’Amministrazione comunale per misure di sostegno concrete, anche tramite l’accesso a fondi nazionali del PNRR, con misure legate all’ambito sanitario”.

Dopo il benvenuto della Presidente, la parola è passata all’Assessore ai servizi sociali del Comune di Putignano, Anna Caldi, che ha espresso il suo plauso agli organizzatori e ringraziato pubblicamente le tante associazioni attive sul territorio nel campo oncologico. “E’ bello veder crescere una rete sempre più grande e attiva sul territorio per garantire a tutti i malati il diritto alle cure e all’assistenza”, ha sottolineato l’Assessore Anna Caldi.

La parola è quindi passata ai relatori dell’incontro che hanno portato l’esperienza dell’IRCCS De Bellis come esempio di quella sanità attenta alla ricerca e alle ultime tecnologie in grado di migliorare l’assistenza, attraverso una diagnosi più veloce e precisa che si realizza grazie ad un laboratorio microbiologico all’avanguardia, quindi in grado di avere terapie mirate e il monitoraggio costante e approfondito del malato nel corso del percorso curativo e nel post intervento di asportazione di una massa tumorale.

Il dott. Antonio Lippolis nel suo intervento ha precisato: “La diagnosi e la terapia del tumore sono temi di grande interesse in cui servono le professionalità, le tecnologie, la rete sul territorio ed un accesso equo a quelle strutture mediche in cui l’assistenza è eccellente e in cui quindi tutti vorrebbero andare, proprio come succede per l’ospedale IRCCS di Castellana Grotte”. Il dirigente del laboratorio di analisi dell’Istituto di ricerca castellanese ha quindi evidenziato la necessità di ampliare la disponibilità dell’offerta nelle strutture in cui si lavora bene. “Bisogna creare dei poli sul territorio e valorizzarli, – ha aggiunto Lippolis – selezionando e valorizzando le strutture in cui abbiamo la certezza dell’esperienze, delle attrezzature e delle professionalità, selezionando primari con esperienza, entusiasmo e capacità comprovate”.

E’ entrata nello specifico dell’esperienza diagnostica in ambito tumorale la dott.ssa Palma Aurelia Iacovazzi, responsabile del laboratorio di biochimica clinica dell’IRCCS De Bellis.L’esame sui marcatori tumorali ci consente di fare diagnosi e permette di calibrare la terapia in modo preciso, – ha evidenziato la dott.ssa Iacovazzi – i marcatori tumorali possono essere anche molto specifici e con azioni di screening sulla popolazione per determinati tumori possiamo intervenire prima e meglio”. Fondamentale, ha spiegato Iacovazzi, è “avere a disposizione strumentazioni di alta qualità che ci permettono di analizzare nel dettaglio i marcatori elevando la qualità dell’esame, anche in tempi più brevi”.

In definitiva, l’analisi di laboratorio è il primo e più importante strumento a disposizione dei medici per definire, oggi in modo sempre più preciso, il percorso curativo al presentarsi di neoplasie, per valutare i risultati nel corso della terapia e nel monitorare l’andamento del paziente fino alla guarigione completa.

Il ciclo di incontri sul tema oncologico proseguirà domani 3 maggio prossimo, alle ore 18.00, presso Palazzo Logroscino della Fondazione Leopardi nella sua Luce a Putignano, con l’approfondimento condotto dalla dott.ssa Maria Grazia Cirsella Sergio, psicologa di Amopuglia Onlus, sul tema “Sostegno psicologico a pazienti e familiari”.

La cittadinanza è invitata a partecipare, l’accesso è consentito con Green Pass e mascherina FFP2. E’ consigliata la prenotazione sul sito web www.fondazioneleopardi.it oppure inviando un’email a segreteria@fondazioneleopardi.it o ancora telefonando ai numeri 080.4913942 o 342.1678487.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: CONTENUTO PROTETTO!